L'Associazione Calcio Juvenes/Dogana è una società calcistica sammarinese che gioca nel campionato sammarinese. Ha sede a Dogana, che fa parte del castello di Serravalle.

La Juvenes/Dogana, oltre al campionato sammarinese, ha disputato anche il campionato italiano di Prima Categoria e quello di Promozione dalla stagione 1996-1997 a quella del 2006-2007.

Nella Juvenes mosse i suoi primi passi il più grande talento del calcio sammarineseMassimo Bonini.

L'attuale società è stata fondata nel 2000 dall'unione tra la Società Sportiva Juvenes (nata nel 1937 con il nome di Castellana e fusasi nel 1973 con la Serenissima per dare origine al San Marino Calcio) ed il Gruppo Sportivo Dogana, fondato nel 1970. La Castellana aveva partecipato alla prima edizione della Coppa Titano, nel 1937, classificandosi al secondo posto dietro alla Libertas; queste prime partite ufficiali furono disputate con una casacca grigia. L'ultima apparizione della Castellana nel campionato sammarinese risale al 1950.

Nel 1953, con l'arrivo a Serravalle del parroco italiano don "Peppino" Innocentini, nasce la Juvenes. Questa nuova società si apre subito ad accogliere i ragazzi della Repubblica e segno tangibile di ciò sono i colori sociali: il bianco e l'azzurro, colori nazionali della Repubblica di San Marino. Dal 1974 al 1976 la Juvenes accetta la fusione con la Serenissima per dare vita all'Associazione Calcio San Marino.

Nel frattempo il Dogana viene fondato nel 1970 da un gruppo di ragazzi del luogo, stanchi di avere come unico sbocco calcistico la Juvenes, diventata dopo la fusione sempre più selettiva. Il ritrovo abituale di questa comitiva di giovani fu dapprima la pizzeria "Il Moro" con sede a Dogana, poi il bar "Biancorosso", da cui sono ricavati i colori sociali, il bianco ed il rosso per l'appunto.

Dopo la fusione[modifica | modifica wikitesto]

Finalmente nel 2000, le due società, dapprima rivali, si fondono dando vita all'attuale società. I colori sociali, dopo la fusione, sono l'azzurro, il bianco e il rosso.

Dal 2007-2008 ha deciso di concentrarsi solamente sul campionato sammarinese, non iscrivendosi più a quello italiano. Nella stagione 2008-2009 la Juvenes/Dogana diviene la seconda squadra sammarinese della storia, dopo il Murata, ad ottenere un posto in Coppa UEFA, dopo una stagione in cui la Juvenes/Dogana ha perso sia il campionato che la Coppa Titano in finale, entrambe con il Murata.
Nasce nel 2000 l’ultima società del calcio sammarinese.
La Juvenes/Dogana, società dalla storia recente, nasce però dalla fusione di 2 società che vantano una lunga e ricca storia di calcio sammarinese.
La Juvenes/Dogana disputa oltre al campionato Nazionale Sammarinese anche il campionato italiano di 1° Categoria dalla stagione 1996/97 ad oggi ha come obiettivo quello di salire di categoria.
Nella stagione 2000/2001 riesce a raggiungere il suo obiettivo con il passaggio al Campionato di Promozione.
La Juvenes infatti, 1° tra le Società fondate nel Castello di Serravalle, si chiamava La Castellana.
Già nel 1937 patrecipa alla 1° edizione della Coppa Titano classificandosi al 2° posto dietro la Libertas.
Giocherà il primo torneo Sammarinese con una anonima casacca grigia. Il nome gli viene dal simbolo del Castello di Serravalle. La Castellana riappare alla fine del secondo conflitto mondiale e nel 1950 partecipa alla seconda edizione della Coppa Titano. E’ l’ultimo atto della squadra che, con la Libertas, ha caratterizzato gli albori del calcio agonistico Sammarinese. Nel 1953, con l’arrivo a Serravalle del Parroco italiano Don Peppino Innocentini, acceso appassionato di calcio fin da seminarista, nasce la Juvenes. La Juvenes è la indiretta discendente della Castellana. Come già suggerisce il nome latino, la neonata società è subito orientata a dare ai giovani del castello un motivo di incontro conviviale a scopo educativo. A differenza di quasi tutte le Società sammarinesi già nate e che nasceranno, la Juvenes si apre subito ad accogliere tutti i ragazzi della Repubblica, non solo del castello di Serravalle. Segno tangibile sono i colori sociali: il bianco e l’azzurro, i colori nazionali della Repubblica di San Marino. La Juvenes sarà anche la 1° Società Sammarinese ad iscrivere le proprie squadre ai campionati italiani. Dal 1974 al 1976 la Juvenes accetta la fusione con la Serenissima per dare vita alla Associazione Calcio San Marino, compagine espressamente “suggerita” dal Governo per aumentare la competitività del calcio sammarinese nel campionato italiano. Nella Juvenes muoverà i primi passi il più grande calciatore mai espresso del calcio sammarinese: Massimo Bonini.
Il Dogana viene organizzato nel 1970 da un gruppo di ragazzi del luogo, stanchi di avere come unico sbocco calcistico la Juvenes, diventata sempre più competitiva e quindi costretta ad una severa selezione. Il ritrovo abituale era il bar pizzeria “Il Moro” di Dogana. In seguito la comitiva si sposta di pochi metri e sceglie come ritrovo il Bar “Biancorosso”, come il bianco ed il rosso sono i colori sociali prescelti. Oltre al calcio, il Gruppo Sportivo Dogana si distingue per la passione per i motori, passione che si riscontra nel primo stemma sociale, dove, con un pallone, una ruota di bicicletta, campeggia un volante da rally.